Bmw, il futuro della mobilità al CES 2020

Bmw ha scelto il Ces di Las Vegas per presentare il suo concetto di futuro della mobilità, a partire dalla vita a bordo e dall’importanza della tecnologia 5G in arrivo nel 2021 con l’elettrica iNext. Anticipando uno scenario dove la guida autonoma di livello 5 sarà realtà, ovvero senza più l’ausilio dell’uomo per gestire la vettura, Bmw con la concept i Interaction Ease presenta gli interni del futuro dotati di maxischermi e senza volante. Innovativo ma già di reale applicazione l’abitacolo della Bmw X7 ZeroG Lounger, modello con sedili reclinabili fino a 60 gradi per garantire il massimo confort a bordo. Terza novità la flotta di 20 i3 Urban Suite per le strade di Las Vegas, nuova concept elettrica che punta sul piacere a bordo ispirandosi ai salotti di design.

Una concept car dedicata agli interni del futuro. È questo il primo messaggio trasmesso dalla Bmw i Interaction Ease, prototipo che anticipa la vita a bordo in un’era dove la guida autonoma arriverà alla massima automazione. “La Bmw i Interaction Ease dimostra come potrebbe essere la mobilità in futuro una volta che la guida autonoma diventerà un luogo comune: lussuosa, umana e intuitiva”, spiega Adrian van Hooydonk, Senior Vice President Bmw Group Design. “I passeggeri iniziano il loro viaggio con la sensazione di essere già arrivati.” Di conseguenza, l’interazione con il veicolo è resa il più semplice, intuitiva e, soprattutto, umana. Per mettere in pratica questa teoria, la BMW i Interaction EASE offre una combinazione intelligente di diverse modalità operative a partire dai controlli touch, da quelli gestuali fino al parlato con il Bmw Intelligent Personal Assistant. Inoltre, la Bmw i Interaction Ease, grazie all’intelligenza artificiale, è in grado di seguire e interpretare lo sguardo del guidatore.

Il Panorama Head-Up Display che copre l’intera larghezza del parabrezza anteriore diventa una vera e propria interfaccia utente con realtà aumentata. Grazie alla connettività 5G il veicolo sa esattamente dove si trova e può offrire all’utente informazioni sugli edifici circostanti, le attività commerciali e altri oggetti come e quando richiesto. Dopo aver riconosciuto automaticamente gli utenti, il sistema offre tre diverse esperienze battezzate Explore, Entertain e Ease. Nel primo caso fornisce informazioni sui luoghi di interesse attorno al veicolo, diventando una sorta di guida turistica 4.0. Nel secondo oscura i vetri laterali e trasforma l’auto in un vero e proprio cinema su quattro ruote.

La nuova Bmw iNext, attesa a metà del 2021, sarà già abilitata al 5G e sarà una vera anteprima tra i marchi premium tedeschi. La scheda Sim integrata a bordo iNext verrà utilizzata per fornire funzionalità 5G, soluzione che permetterà ai clienti di utilizzare la nuova tecnologia anche se non disporranno di smartphone di ultima generazione.

La nuova generazione di componenti telematici 5G è in fase di sviluppo in una collaborazione con Harman Samsung, con il marchio tedesco impegnato ad implementare la tecnologia con l’infotainment a bordo. L’utilizzo del 5G permetterà maggiore velocità di connessione (sarà possibile tenere videoconferenze, guardare film in 4K o giocare in cloud per i passeggeri posteriori), migliorerà i servizi legati alla guida assistita e diventerà fondamentale in caso di guida autonoma di livello 3.

Fonte: https://www.ilsole24ore.com/art/bmw-futuro-mobilita-ces-2020-ACoJkXAB?refresh_ce=1

Posted in Automotive News.